PROFAR
prodotti mamme farmacie carta pro baby diario contatti chi siamo
  1. HOME
  2. ARTICOLI
  3. MAMMA

Pensieri per iniziare la scuola con il piede giusto

All’inizio di ogni anno scolastico, i sentimenti possono essere diversi e, spesso, persino contrastanti tra loro. Dall’entusiasmo di un nuovo inizio, infatti, si può passare velocemente all’ansia e alla preoccupazione, senza tralasciare l’immancabile noia e apatia che coinvolgono soprattutto gli adolescenti.

Gli esperti consigliano di elaborare alcune strategie efficaci per partire con il piede giusto, affrontando la scuola nel modo più sereno possibile.

Prima di tutto, qualsiasi cambiamento o inizio andrebbe considerato come un’enorme opportunità. È importante imparare a non temere l’ignoto sin da piccoli: cambiamenti di percorso, nuove emozioni, situazioni imprevedibili fanno parte della scuola così come della vita.

La scuola? Un’opportunità!

Poi, è altrettanto cruciale saper considerare la scuola per ciò che è. Ovvero, una "parte" dell’esistenza: la vita è un puzzle di dimensioni ed esperienze diverse, di cui la scuola è un pezzo importante, ma non l’unico.

Ciò non significa non prendere sul serio l’apprendimento e il percorso scolastico, anzi: in quanto enorme opportunità, la scuola va considerata come una chance per progredire, per incuriosirsi e, perché no, anche per divertirsi imparando.

A scuola si può, anzi si deve, sbagliare!

Per stemperare l’ansia, spesso più dei genitori che degli studenti, è bene ricordarsi che la scuola è fatta proprio per imparare e per sbagliare. Gli errori vanno fatti per crescere bene, ed è a scuola che ciò accade.

Le mamme e i papà più ansiosi dovrebbero tenere bene a mente come sia impossibile evitare qualsiasi delusione o difficoltà ai figli, a scuola come nella vita. Dunque, ciò che i genitori potrebbero fare all’inizio dell’anno scolastico è rendersi disponibili ad accompagnare i figli in questo percorso ma senza invadere, senza facilitare. E senza occupare una dimensione esistenziale di apprendimento in cui i protagonisti non sono gli adulti, ma solo i figli.

Il rapporto con i docenti

Alla luce di questo ragionamento, bisognerebbe imparare anche a relazionarsi con i docenti nel modo giusto: un rapporto di reciproca stima e, soprattutto, rispetto (sia tra genitori e docenti, sia tra alunni e insegnanti) è alla base di una sana esperienza scolastica.

Stima e rispetto che giungono anche da una sentita autorevolezza del docente: i genitori, salvo casi particolari, dovrebbero rafforzare questo aspetto e mai sminuire il corpo docente davanti ai propri figli.

Prodotti PROFAR consigliati

Qualità e convenienza con la marca dei Farmacisti

MAMMA DI NOEMI

La mia bimba ha perso il primo dentino e sa che stasera lo metteremo sotto il cuscino così la fatina le farà trovare una monetina. Voi cosa avete promesso ai vostri bimbi??

MAMMA DI LORENZO

Quanti di voi hanno usato il triciclo già a partire dai 6 mesi? Ne vale davvero la spesa o è ancora troppo presto?

ALTRE MAMME TI ASPETTANO

Altri Consigli simili

Difese naturali

salute e benessere

Sport in gravidanza

IN GRAVIDANZA

PROFAR È IN FARMACIA!


OPPURE